CONTROLLO DEL VICINATO

Data di pubblicazione:
21 Dicembre 2020

CONTROLLO  DEL VICINATO

 

 

ll CdV è una associazione che incentiva e sostiene la partecipazione attiva dei cittadini residenti in una determinata via/zona/area/quartiere e la cooperazione con le forze di polizia.

Fare “Controllo del Vicinato” significa promuovere la sicurezza urbana attraverso la solidarietà tra i cittadini, allo scopo di ridurre il verificarsi di reati contro la proprietà e le persone.

Una semplice azione preventiva come prendere il numero di una targa o interpellare chi  si trova in strada con l’ aria di cercare qualcosa o suonare campanelli e guardarsi troppo attorno, potrebbe evitare che il malvivente commetta un’effrazione indisturbato, contando sull’indifferenza degli abitanti del vicinato.

COSA E’ IL CONTROLLO DEL VICINATO

 

Ciò che viene richiesto a tutti gli abitanti dell’area partecipanti al progetto  è di  alzare semplicemente il livello di attenzione attraverso pochi, semplici passaggi.

Tra questi il far sapere ovvero il comunicare che gli abitanti della zona sono attenti a ciò che accade nel quartiere/zona

Questa attenzione porta a uno dei principali effetti dell’iniziativa cioè quello deterrente sia per i cartelli posti nelle vie del quartiere e sia per la maggiore cooperazione con le Forze di Polizia.

E’ questa la semplice idea alla base del Controllo del Vicinato.

A nessuno viene chiesto di fare eroismi, ronde o chissà cosa di speciale;

A tutti invece è richiesto di prestare maggiore attenzione a chi passa per le vie dell’intorno, in particolar modo riguardo anomale che possono verificarsi nella quotidianità.

COSA FA PRATICAMENTE UN GRUPPO DI CONTROLLO DEL VICINATO

 

Presta attenzione a quello che avviene nella propria area di competenza nella vita quotidiana, Sviluppa la collaborazione tra vicini applicando un protocollo di mutua assistenza (sostegno ai vicini anziani e soli, ritiro della posta in caso di assenza, sorveglianza reciproca delle case, ecc.), crea un canale di comunicazione per scambiare rapidamente informazioni tra vicini (es. catena telefonica),

Individua i fattori di rischio ambientali che favoriscono furti e truffe (scarsa illuminazione, accessi vulnerabili, persone sole, ecc.),

Lavora per favorire la rimozione dei rischi ambientali, confrontandosi con i servizi pubblici comunali

Collabora con le forze dell’ordine segnalando, situazioni inusuali e/o comportamenti sospetti.

    Questi sono i piccoli gesti cui pensare quando si parla di Controllo del Vicinato, messi insieme significano maggiore attenzione e sicurezza:

    Quando usciamo per le nostre attività quotidiane; anche solo a stendere il bucato sul balcone, rientrando a casa la notte, portando fuori il cane, fumando l’ultima sigaretta o ancora alzandosi per uscire presto la mattina, guardiamo bene in strada, ascoltiamo cosa succede nel nostro quartiere.

RUOLO DELLE ISTITUZIONI

Le istituzioni territoriali sono interessate a sostenere il CdV,  in quanto vedono la “sicurezza partecipata” come fonte di ulteriore e robusto strumento di prevenzione

Le forze dell’ordine intervengono (oltre che di propria iniziativa) a seguito del buon lavoro del Controllo del Vicinato; pertanto il successo dipende dalle persone che vi prendono parte.

 

ATTENZIONE!

E’ importante ricordare che il ruolo dei  cittadini  del cdv è quello di vigilare e segnalare, il gruppo di Controllo del Vicinato NON SI SOSTITUISCE ALLE FORZE DI POLIZIA, a cui resterà la prerogativa dell’attività di repressione e di ricerca degli autori dei reati.

Pertanto:

  • non interviene attivamente in caso di reato,
  • non arresta i ladri
  • non fa indagini sugli individui,

 

IL COORDINATORE DEL GRUPPO CDV

 

Il compito del coordinatore di un’area di Controllo del Vicinato, da scegliere tra i vicini fra chi è più “noto” nella zona e vive il territorio quotidianamente,  è:

comunicare alle forze di polizia SOLO le segnalazioni ritenute importanti ,

ricevere (dalle forze di polizia o da terzi) informazioni sulle azioni criminali più recenti nella zona o in zone limitrofe e trasferire le informazioni ai vicini con un semplice passaparola

Accogliere nuovi vicini informandoli ed integrandoli nell’attività di controllo del vicinato.

 

E' pericoloso?

No, non si corre alcun rischio né è richiesto alcun intervento se non qualche appunto che potrebbe tornare utile alle autorità e una telefonata al Coordinatore, alle Forze dell'Ordine o al vicino coinvolto da un presunto "atto illecito" a seconda dei casi.

Posso utilizzare, citare, pubblicare materiale presente sul sito Controllo del Vicinato?

Sì, a patto che il materiale non venga modificato, che non sia inserito in contesti fuorvianti, che non sia utilizzato per articoli diffamatori e che venga citata sempre la fonte (www.controllodelvicinato.it). In oltre sarebbe estremamente corretto e apprezzato dare nota di eventuali pubblicazioni su giornali, riviste, siti web (anche tramite link) all'indirizzo info@controllodelvicinato.it

Il sito e il logo sono protetti da “licenza Creative Commons”

 

 

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 30 Dicembre 2020