AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE

Data:
31 Dicembre 2020

È  entrato in vigore in via definitiva, il 13 Marzo 2013 il DPR N.59/2013 che disciplina l’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA), dando così compiuta attuazione all’articolo 23 del Decreto Legge “Semplifica Italia”.

DI COSA SI TRATTA:

  1. In passato le norme ambientali imponevano alle imprese di rivolgersi ad amministrazioni diverse (Regioni,Province, Comuni, ARPA, Autorità di Bacino ecc.) per ottenere le autorizzazioni ambientali necessarie all’attività produttiva; il quadro era ulteriormente complicato dal fatto che queste autorizzazioni avevano periodi di validità differenti.
  2. La nuova Autorizzazione Unica Ambientale, provvedimento abilitativo unico, sostituisce fino a sette procedure diverse (ad esempio;:, l’autorizzazione allo scarico di acque reflue, l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera, la documentazione previsionale di impatto acustico etc.)
  3. Come funziona

Invio di un’unica domanda da presentare per via telematica allo Sportello Unico per le attività produttive (SUAP) per richiedere l’unica autorizzazione necessaria. Le Regioni potranno estendere ulteriormente il numero di atti compresi nell’AUA.

  1. Tempi certi

La certezza dei tempi è garantita; in caso di mancato rispetto dei termini è previsto il ricorso ai poteri sostitutivi: l’impresa potrà rivolgersi al dirigente appositamente nominato, che dovrà chiudere il procedimento nella metà del tempo originariamente previsto.

Nessun problema per la tutela dell’ambiente, e risparmi per le imprese

Restano inalterati i necessari livelli di tutela ambientale, ma si riducono i costi: con l’AUA le piccole e medie imprese risparmiano perché presentano una sola domanda e ottengono un’autorizzazione con un’unica scadenza,sono inoltre, rese effettive le disposizioni, già esistenti, in materia di presentazione on-line delle domande e della documentazione.

La piena applicazione dell’Autorizzazione Unica Ambientale comporterà quindi un risparmio stimato a regime in circa 700 milioni di euro all’anno per le PMI.

A quali imprese si applica

A tutte le imprese non soggette ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) e a Valutazione d’impatto Ambientale (VIA) che abbiano necessità di ottenere almeno uno dei seguenti titoli:

  1. Autorizzazione agli scarichi di acque reflue;
  2. Comunicazione preventiva per l’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste;
  3. Autorizzazione alle emissioni in atmosfera;
  4. Autorizzazione di carattere generale alle emissioni in atmosfera;
  5. Documentazione previsionale di impatto acustico;
  6. Autorizzazione all’utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura;
  7. Comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del D. Lgs. 3 Aprile 2006, n 152.

 

È comunque possibile scegliere di non ricorrere all’ AUA quando si tratti di attività soggette a mera comunicazione oppure ad autorizzazione di carattere generale.

Per saperne di più

  • Il regolamento recante la disciplina dell’autorizzazione unica ambientale – D.P.R. 13/03/2013 n. 159(sul sito della Gazzetta Ufficiale)
  • AUA Regione Lombardia e modulistica

UNITA’ ORGANIZZATIVA PER IL COMUNE DI GORLA MINORE:

Polizia Loale

RESPONSABILITA’ PROCEDIMENTO PER IL SUAP GORLA MINORE:

Nome: Mascheroni Giovanni

Recapito telefonico: 0331607270

Mail istituzionale: polizia.locale@comune.gorlaminore.va.it

RESPONSABILIE DEL PROVVEDIMENTO FINALE:

La Provincia di Varese assume le funzioni di Autorità competente, con responsabilità sui contenuti dell’autorizzazione, assicurando anche una funzione di coordinamento tra le diverse competenze di settore interne cui fanno capo le specifiche attività istruttorie sulle singole componenti dell’AUA.

Circolare regionale n. 19/2013

PROCEDIMENTO AD ISTANZA DI PARTE:

Da presentare tramite il portale della Camera di Commercio “Impresa in un giorno”

INDIRIZZI E RECAPITI PER PRESENTARE L’ISTANZA:

Pec: suap.gorla_minore@pec.regione.lombardia.it

Posta ordinaria:non consentito

Fax: non consentito

RICHIESTA INFORMAZIONI PROCEDIMENTI IN CORSO:

 SUAP Gorla Minore a mezzo PEC o Mail

TERMINI DEL PROCEDIMENTO:

90 o 120 giorni (150 in caso di sospensione per integrazione) così come previsto dall’art. 4 del Regolamento AUA e dalla L. 241/90 e smi.

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA/SILENZIO ASSENSO:

No

DIRITTO ALL’INDENNIZZO:

L’amministrazione di Gorla Minore con il SUAP è competente esclusivamente per il tempestivo inoltro a Provincia di Varese e ATO queste ultime entità sono esclusivamente competenti al rilascio del provvedimento finale nella tempistica di legge.

MODALITA’ DI PAGAMENTO:

Due marche da bollo da €16,00

 

 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 31 Dicembre 2020